Tempo Libero Corriere della Sera: ecco i ristoranti del Risorgimento Milanese

La copertina del Tempo Libero Milano del Corriere della Sera di oggi racconta di ristoranti che propongono vera cucina milanese, tra vecchi classici e nuovi locali.

Tutto è in fermento per Expo. Ma tra milioni di ospiti, curiosi di imparare come si nutrirà il pianeta, ci sarà ben qualcuno che vorrà capire quale sia la vera cucina milanese.

Read More

How to choose cheese

Before shopping for cheese, make sure you have a clear notion of what to buy and ask: here are some things you need to know when buying cheese.

There it is, the beloved cheese counter: a white stretch of taleggio, cheddar, scamorza, gruyere, provolone, invitingly creamy robiola, plump rounded shapes, rectangular blocks speckled with noble moulds, yellow pecorino that has captured the aroma of mountain pastures, mini pyramids of goat’s cheese and all possible shapes and sizes of caciotta.

Read More

Sul mio “A Tavola” del Corriere della Sera la Pizzeria 40

I clienti soliti hanno ormai superato lo choc: la loro pizzeria, nella categoria “al trancio”, si è rifatta il look. Non più legni scuri e ambiente troppo popolare alla Pizzeria 40 (Via Panfilo Castaldi 40, tel. 02 29400061), ma arredamento chiaro, che comunica pulizia e ottimismo. Nel piatto un trancio, variamente arricchito, con base croccante, poche altre divagazioni (golosa la “doppia mozzarella”) e qualche piatto caldo.

Read More

Dal magazine Style di marzo, la rivoluzione del quinto sapore

Da Democrito ad Andrea Berton, una breve storia ragionata dell’aspro in cucina su Style Magazine di marzo.

I sapori aspri scalzano quelli dolci. La rivoluzione degli chef dall’antipasto al dessert.

Democrito spiega i sapori immaginando di dare loro una forma. Il salato è un triangolo isoscele, il dolce sferico e ampio e l’acido è una figura geometrica acuta e ricca di angoli. Era il V secolo a.C., e quest’ultimo era dei sapori più impopolari.

Read More

Sul Corriere della Sera vi presento il ristorante Glauco per tutti gli amanti del pesce

Nome mitologico per un nuovo ristorante di pesce Glauco (via Maiocchi 29, tel. 02 241973, chiuso domenica). Nel locale dove regna Antonio Tomaino, aperto solo alla sera ma fino alle 24, pesce pescato e ostriche spettacolari. In cucina lo chef Luca Gragnano, che fa anche la pasta (perfetti gli spaghetti all’astice, migliorabili i ravioli con il baccalà) e il pane e i grissini: buonissimi.

Read More

Italian Carbonara, a squabble recipe

In his autobiography, writer Romain Gary tells the story of how Italian-American actor Danny Devito verbally abused a chef who had unfortunately confessed to adding cream to his spaghetti with carbonara sauce. An episode that is not at all hard to believe: various studies, not least the one recently promoted by the Accademia Italiana della Cucina, have shown that Italian carbonara recipe – made from eggs, cheese and diced pancetta – is the most wrongly interpreted pasta dish out of Italy, the most bungled but also one of the most popular.

Read More

Sul Corriere della Sera la mia recensione sulla mostra fotografica Terra di Risaie

«Sono partito dal tema di Expo, ho messo insieme i miei viaggi, le persone che ho incontrato e poi mi sono ritrovato nella mia terra. Comun denominatore il riso, il cibo della condivisione per eccellenza. A qualsiasi latitudine mi trovassi, i chicchi mi hanno sempre riportato con la mente a casa, parlavano dello stesso amore, della stessa fatica di quelli seminati da secoli nella mia terra», dice il fotografo pavese Graziano Perotti.

Read More

Dalle pagine del Corriere della Sera, una piccola anticipazione sul ‘bacaro’ di Giacomo Bulleri

“Da più di mezzo secolo il mio unico obiettivo è cercare il meglio, portarlo in cucina e offrirlo ai miei clienti nel rispetto della cucina tradizionale italiana. E questo varrà anche per La Tabaccheria”. Parola del novantenne (ma gli occhi guizzano sempre vivaci alla vista di una bella signora) Giacomo Bulleri, nato a Collodi, il paese di Pinocchio. Uno dei protagonisti della ristorazione del dopoguerra per aver portato la “scuola toscana” a Milano. Il piccolo impero Bulleri conta oggi, oltre alla pasticceria e ai due ristoranti in via Sottocorno, un terzo locale sopra il Museo del Novecento, con vista guglie e Madonnina.

Read More